Notizie ed assistenza specializzata ad Associazioni Culturali e Sportive

Reati Tributari e raddoppio dell'ordinario termine di prescrizione

Tema a valenza sempre maggiore in materia di contenzioso tributario diritto penale

Reati Tributari e raddoppio dell'ordinario termine di prescrizione

Assistenza in ogni sede del giudizio tributario e penale

L'articolo 37 del Dl 223/2006, ha ampliato, raddoppiandola, la durata dell'ordinario termine decadenziale per l'attività di accertamento (fissato al 31 dicembre del quarto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione o, se questa è omessa, del quinto anno successivo a quello in cui avrebbe dovuto essere presentata), nel caso di violazioni che comportino obbligo di denuncia per iscritto, da parte dei pubblici ufficiali e degli incaricati in servizio, per uno dei reati previsti dal Dlgs 74/2000 (ad esempio, emissione di fatture false, distruzione di documenti contabili, e, sopra determinati importi, dichiarazione infedele, fraudolenta o omessa).

Esaminiamo ogni singola fattispecie, entro nel merito della normativa fornendo interpretazioni, parere e format di ricorsi, suffragati dalla recente giurisprudenza, dalla prassi e dalla dottrina.

Non è nostra abitudine prendere tutti i casi, assumiamo soli gli incarichi per i quali siamo sicuri di fornire in modo chiaro, univoco ed esaustivo, un servizio a tutela del cliente.

Fonti, prassi e giurisprudenza:

Sentenza Corte Costituzionale n. 247 del 25 luglio 2011

Articolo 37 del D.L. 223 del 2006

Circolare 54 E del 2009

 


Stampa
 

Dott. Alessio FerrettiDott. Alessio Ferretti

Altri articoli di Dott. Alessio Ferretti

Contatta autore

Contatta autore

x

Scegli tra i nostri servizi di assistenza e tutela per Associazioni Culturali e Sportive

Studio Commercialista e Tributario specializzato in Associazioni culturali (APS), Sportive (ASD - SSD) ed Organismi Di Volontariato (ODV) con e senza adesione al regime Onlus

In tutta Italia, assistiamo e tuteliamo le iniziative dirette alla creazione di associazioni con finalità apolitiche esenza scopo di lucro, la dedizione nel lavoro ci porta ad avere una profonda conoscenza della normativa fiscale e civile italiana in materia di enti non profit (associazioni di promozione sociale -aps, società sportivo dilettantistiche - ssd, ed associazioni sportivo dilettantistiche -asd). 

Forniamo ai nostri clienti pacchetti con la formula all inclusive, con canone mensile fisso e trasparente, che comprendono assistenza diretta alla: 


   scelta della forma giuridica appropriata alla visione ed al tipo di attività;


   redazione in modo corretto dell’atto costitutivo e dello statuto;


   installazione impianto contabile in cloud;


   governo dei flussi reddituali e finanziari in tempo reale;


   rispetto degli adempimenti giuridici e fiscali;


   adesione legge 398/91 in materia di svolgimento di attività commerciali;


   elaborazione rendiconti e bilanci periodici ed annuali;


   elaborazione cedolini mensili, istruttori, manutentori, amministrativo gestionali ed addetti alla pulizia;


         elaborazione atti amministrativi e delibere (convocazioni, verbali, delibere, etc..).









Commercialista esperto associazioni

LINEE GUIDA PER LA RIPRESA DE L’ATTIVITA’ SPORTIVA DI BASE E L’ATTIVITA’ MOTORIA IN GENERE

Analisi delle linee guida stabilite dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, ufficio per lo sport, per la ripresa dell’attività sportiva di base e l’attività motoria in generale ai sensi del DPCM del 17.05.2020 art. 1 lettera f)

LINEE GUIDA PER LA RIPRESA DE L’ATTIVITA’ SPORTIVA DI BASE E L’ATTIVITA’ MOTORIA IN GENERE

La presidenza del consiglio dei ministri, ufficio per lo sport, ha stabilito alcune indicazioni generali e le azioni di cambiamento necessarie per accompagnare la ripresa dello sport dopo il lockdown causato dall’emergenza epidemiologica da COVID-19 alle quali dovranno attenersi tutti i soggetti che gestiscono, a qualsiasi titolo, siti sportivi o che comunque ne abbiano la responsabilità.

Covid-19: Art 96 DL Cura Italia come richiedere l'indennità per collaboratori e istruttori sportivi

chiarimenti su chi può richiedere e non fare confusione con le indennità da articolo 27

Covid-19: Art 96 DL Cura Italia  come richiedere l'indennità per collaboratori e istruttori sportivi

Video pubblicato per chiarire la confusione tra le indennità (600euro) per lavoratori e co.co.co iscritti alla gestione separata, disciplinati dall'articolo 27 del decreto e le indennità spettanti agli istruttori ed ai collaboratori sportivi disciplinati dall'articolo 96 del D.L. 18/2020 ed erogati da Sport e Salute Spa, in attesa del comunicato/decreto attuativo con il relativo modello di richiesta da compilare ed inviare 

MODELLO EAS: PROROGA AL 30 GIUGNO 2020

Adempimento per gli enti associativi non profit

MODELLO EAS: PROROGA AL 30 GIUGNO 2020

Al fine di fronteggiare la crisi epidemiologica da Covid-19, il Governo, con il Decreto “Cura Italia”, ai sensi dell’articolo 62, emana la sospensione degli adempimenti tributari:

DECRETO CURA ITALIA: INDENNITA’ COLLABORATORI SPORTIVI

Il Decreto Legge 17 marzo 2020, n.18 con l'articolo 96 disciplina le indennità per i collaboratori sportivi

DECRETO CURA ITALIA: INDENNITA’ COLLABORATORI SPORTIVI

L’articolo 96 del Decreto Legge 17 marzo 2020, n.18, disciplina l’argomento dell’indennità a favore dei collaboratori sportivi pari a 600 euro per i rapporti di collaborazione già in essere alla data del 23 febbraio 2020 "presso federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, società e associazioni sportive dilettantistiche".

Assistenza diretta a fronteggiare la crisi di liquidità legata al Coronavirus – covid-19

Come aiutare le imprese a fronteggiare e superare la crisi

Assistenza diretta a fronteggiare la crisi di liquidità legata al Coronavirus – covid-19

L’emergenza Coronavirus – Covid-19, deve essere fronteggiata in modo tempestivo dalle aziende, deve essere determinato in Via immediata il fabbisogno finanziario di breve periodo (da 1 a 5 mesi) e di medio (fine sei mesi – fine anno), il calcolo del fabbisogno finanziario indica quanti soldi occorrono per tenere l’azienda in piedi, quanti assorbimenti di liquidità subisce l’azienda. Il servizio è diretto a valutare l’impatto della crisi e drenare liquidità pro norma, attraverso richieste lecite al sistema bancario (es. sospensione dei pagamenti per un anno delle quote capitali), il ricorso agli ammortizzatori sociali (in modo diretto o indiretto), agevolazioni fiscali e/o rinvio dei pagamenti pro norma

RSS
1345678910Last
Termini Di UtilizzoPrivacyNetwork Fiscale S.r.l.a socio 2012 - 2021 p.i. & c.f. 12059071006
Back To Top